Hic sunt leones: i pini corsari in Val di Sole!

Il periodo è quel che è, gli impegni lavorativi sono tanti, i falcidiati da malattia ed infortuni pure, e alla partenza per Malè alle 18.30 di un venerdì di febbraio, il team Val di Fiemme basket si presenta a ranghi super ridotti: 7 anime in cerca di identità affronteranno le 15 agguerrtissime della Val di Sole, già pronte a banchettare con quel che rimarrà dei pini.

I contorni per una serata epica si palesano quindi fin dall’inizio e il pensiero di poter sovvertire l’infausto pronostico dà morale a tutta la ciurma che si butta letteralmente all’arrembaggio in terra ostile.
Ore 20.30: la partita inizia dopo un risicatissimo riscaldamento di fortuna dove i sorrisi si sprecano, il buon umore la fa da padrone e la gioia di trovarsi un venerdì sera a giocare a basket così come lo si è sognato da tempo, senza paranoie nè nervosismi ma solo con la voglia di stare assieme e fare ciò che più ci piace, ci riempie di forza nonostante le risorse umane scarseggino.

La partenza è delle migliori, la difesa a zona funziona ed i contropiedi lanciano Mich e Ramadani in campo aperto per un 12 a 11 a fine primo periodo. Il secondo tempo si fa più duro, la stanchezza inizia già a sentirsi nelle gambe e la volontà di gestire le energie al meglio frena un po’ i pini che subiscono un parziale negativo e chiudono sotto di 4 a fine primo tempo.
La gestione democratica dei pochi cambi a disposizione si rivela però la vera arma vincente della serata e l’alternanza sotto canestro di un positivissimo e finalmente felice Deflorian ed un energico Alessandro Recla, dà al contempo ossigeno e continue soluzioni tattiche diverse per contrastere degli avversari non velocissimi, non aggressivissimi ma certamente ben organizzati.

Il quarto quarto si apre con il team ospite sotto di nove punti, ma la positività regna sovrana, Mich lascia il posto al redivivo Sanna Antonio che con la coscienza di avere le migliori gambe del team piazza un paio di canestri cruciali nella rimonta. Da par suo Masen trova il piazzatone da 3 più bello della serata e forse della stagione, degno del miglior Sam Perkins d’annata mentre Norberto Gussman è quasi commovente in difesa e tranquillizzante nel suo organizzare la squadra al meglio nelle situazioni di difesa schierata. Il team è gasato e la rimonta si concretizza.

A 3 minuti dalla fine il punteggio è in parità poi palla ad Alban e via in lunetta conquistando tiri liberi importanti prontamente messi a segno. Gli avversari rimontano però ed il +1 Val di Fiemme a 9 secondi dalla fine impone alle Marmotte il fallo sistematico. Dopo un rimbalzo d’esperienza Recla recapita a Mich, prontamente fermato con il fallo.
La palla pesa come un macigno nelle mani di un tiratore di liberi da 65% ottimisticamente parlando. Ma è 2 su 2 per il +3 decisivo. Le marmotte chiamano time-out ed i pini si riuniscono per decidere se con 9 secondi sul cronometro è il caso o meno di fare fallo per avere il possesso finale. La maggioranza vince e la decisione, manco a dirlo,  è quella in puro stile NBA: si difende alla morte senza fallo e se segnano da 3 per il pareggio bravi loro. Il tiro da 3 alla fine c’è ma è scoccato in equilibro precario ed esce. Val di Fiemme vince la partita strappandola con la forza della squadra, dell’amicizia e del cuore (da leoni).

Una partita che racconteremo ai nipotini ricordando quella volta che andammo in 7 in Val di Sole e vincemmo.
La nostra storia, il nostro basket. Questi siamo noi.
Val di Fiemme basket team.

Grandi ragazzi!
Luca

7 pensieri riguardo “Hic sunt leones: i pini corsari in Val di Sole!

  1. nuooo!!confondermi la val di non con la val di sole!! brutto errore!
    comunque articolo scritto molto bene, bravi!
    avrei comunque gradito anche il resoconto della nostra partita, ossia contro i nonesi, ossia la Podistica Novella!

    1. E hai ragione Luca, mi cospargo il capo di cenere!
      Correzione fatta. Diciamo che ho fatto un po’ di confusione.
      L’articolo della partita contro voi di Val di Non non l’ho scritto perchè non è stata una bella serata per noi…non sempre si ha lo stimolo giusto poi per scrivere il resoconto.
      Grazie per essere passato!
      Luca

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...