Make it rain, Val di Fiemme, make it rain!

indexNel ’78 e giù di lì, sui campetti americani, sponda ovest, furoreggiava un filiforme afro-americano di nome Ray Lewis, talento inenarrabile originario di Watts, sobborgo di Los Angeles tristemente conosciuto per una degli scontri più duri e sanguinosi avvenuti nella storia delle rivolte razziali in America. Altri tempi, altri giocatori, gesta che si perdono nella leggenda. Su Ray esiste una poesia, riportata integralmente da Christian Giordano nel suo intensissimo libro “Lost Souls” che racconta le gesta di tutta una serie di giocatori che pur non essendo mai entrati in NBA, hanno fatto e fanno ancora parlare di loro attraverso gesta al limite del mitologico compiute sui campetti di asfalto e cemento americane. Quella poesia riportava i versi “Make it rain, Ray Lewis, Make it rain“: fai piovere Ray, fai piovere. E da lì Ray è sempre stato per tutti “l’uomo della pioggia”, soprannome che pare gli derivasse dal fatto che il suo sporco lavoro, quei 40 punti a partita in faccia a chiunque avesse contro, lui li metteva sempre e comunque, anche nei giorni di pioggia (sì, giocava per lo più all’aperto).

keep-calm-and-make-it-rain-66Ecco, magari di Ray Lewis nella partita di bassa classifica tra Brunico e Val di Fiemme Basket in promozione non se ne sono visti molti, ma qualcuno che ha fatto piovere nel canestro di Brunico lo si è visto eccome…e pure gente che “The League” non l’ha mai fatta e mai la vedrà nemmeno con un binocolo!
70 a 47 lo score alla fine della partita e alcuni narrano già di leggendarie gesta al tiro di tali Federico Zak Zazzeroni, detto “snowfall” per la sua capacità di infilarsi in tempeste di neve furibonde pur di arrivare a partita già iniziata, giocare soli 20 minuti e far piovere triple nel canestro avversario per un totale di 20 punti 20 come il suo numero di maglia, e di Alban Ramadani, al secolo Albano il mago di San Lugano (ora di Bolzano) perchè capace di far cantare la palla come nessun altro, seguendo le note di quello che è uno dei suoni più belli che uomo abbia mai udito: swoosh, quello del cotone che si muove a canestro fatto.
Quando piove grandina si sà, e per Brunico non c’è stato molto da fare contro delle ottime percentuali al tiro dei 2 di cui sopra, a cui si sono aggiunte le penetrazioni fantasiose ed i contropiedi micidiali del Los Angelino, di nome e passione, Angelo Stella (15 per lui alla fine). E se Luca Mich, detto l’autista per la sua capacità di portare in palestra i giocatori che contano e poi levarsi gentilmente dalla scena con 5 falli immediati, non era nella sua miglior serata, ci ha pensato il prode e prodigo Denis Vinante #4 a mettere a posto il tabellino e a portare un po’ di grinta in difesa, mentre il giovane promettente #35 Filippo Dellasega detto “The Refrigerator” per la sua mano fredda e soprattutto per la sua capacià di estrarre pizze, panini e bibite da una borsa più profonda di quella di Mary Poppins, ha lavorato duro sotto le plance assieme ai muratori (chi per lavoro, chi per attitudine) Valentino Vanzetta e Carlo Menna. Ottimo l’apporto in termini di energia e propositività di Norberto “The Captain” Gussman e Stefano “fascetta” Santodonato soprattutto ad inizio terzo quarto, quando dopo un favoloso 8-23 nel primo e dopo un disastroso 16-5 nel secondo, la partita stava pericolosamente vertendo nella direzione sbagliata ed opposta al primo quarto per Fiemme. Da segnalare il solido contributo anche di Renante Castillo, il filippino dal tocco magico, costretto a scegliere tra la partita a Brunico con il suo team o l’amichevole a Gardolo con la sua comunità Filippina Trentina. A lui va un sentito ringraziamento per l’attaccamento alla maglia.

Seconda vittoria quindi per i pini, ormai lanciati nella stagione più dinamica, divertente e passionale, delle ultime 4 giocate. La dimostrazione che spirito di squadra e passione possono portare a grandi cose. Anche a segnarne 70 in un giorno di pioggia a Brunico.

Make it rain Val di Fiemme, Make it rain!

Luca Mich

thanks to:

PoolSPonsor2013

Un pensiero riguardo “Make it rain, Val di Fiemme, make it rain!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...